LE FATTORIE DELLA BILE IN CINA
Orsi cinesi - Le fattorie della bile in Cina


25 luglio
500 ORSI LIBERI !


L' Animals Asia Foundation (AAF) ha annunciato la disponibilita' del Governo Cinese alla liberazione di 500 orsi dalle Fattorie della bile, WSPA ha collaborato con AAF per questo progetto e giudica positivo il fatto che tanti orsi possano avere una nuova vita.

Sebbene questa sia una buona notizia per quegli animali, ci sono piu' di 7000 orsi detenuti nelle Fattorie in tutta la Cina e la WSPA  ritiene che al momento il governo cinese non abbia alcuna intenzione di mettere fine a quest'attivita'.

Una recente inchiesta di WSPA  ha evidenziato il fatto che gli orsi continuano ad essere catturati dal loro ambiente naturale, allevati in cattivita' per rifornire le fattorie e che le autorita' in Cina hanno tutte le intenzioni di espandere il commercio di bile d' orso. Per questa ragione, WSPA sta continuando la campagna contro la crudelta' alla base dell'allevamento di orsi e sta facendo pressione sul Governo Cinese per mettere fine a questa attivita''.

WSPA  teme che il Governo Cinese possa usare la liberazione di 500 orsi per indebolire le critiche alle Fattorie della bile, noi non permetteremo che questo accada. Questa notizia dovrebbe essere un'occasione per aumentare la pressione affinche' tutte le fattorie chiudano.

Jonathan Pearce
Direttore delle Campagne di WSPA

Per avere copie del recente rapporto di WSPA sulle fattorie degli orsi, foto e video, contattate:
WSPA Press office: +442077930540
E-mail:   wspa@wspa.org.uk

 

NOSTRO COMUNICATO STAMPA


Da: ASSOCIAZIONE PROGETTO GAIA
    Via Copernico, 41 - 20125 Milano
    www.progettogaia.org  -   posta@progettogaia.org


ALL'AMBASCIATORE D'ITALIA IN CINA

----------------------------------------
Per conoscenza:
al Presidente della Repubblica Italiana
al Presidente del Governo Italiano
al Ministero degli Esteri Italiano
al Ministero per il Commercio Estero Italiano
all'Ambasciata di Cina in Italia
alla Rappresentanza Commerciale del Consiglio Cinese per lo sviluppo del
commercio internazionale in Italia
alla Camera di Commercio Italo-Cinese
alla Stampa
----------------------------------------

Gentile Ambasciatore,

Ci siamo rivolti a Lei, come nostro rappresentante in Cina, per chiederLe di recapitare un Appello al Presidente della Nazione che La ospita.

La notizia dell'esistenza delle Fattorie della bile in Cina ha turbato le coscienze di buona parte dell'opinione pubblica italiana: stanno circolando in Internet decine di migliaia di messaggi e centinaia di persone, anche individualmente, decidono di impegnarsi in una raccolta di firme come atto di protesta contro la situazione di intollerabile crudelta' cui sono costretti migliaia di animali.

Le abbiamo inviato, nell'ultimo mese, 3 fax con migliaia di firme a dimostrazione di quanto affermiamo. Le firme che ha ricevuto sono solo una piccola dimostrazione dell'ondata di sdegno e commozione che sta percorrendo buona parte del nostro Popolo.

Non abbiamo ricevuto da parte Sua nessuna risposta, non sappiamo che cosa Lei intenda fare, se accogliere la nostra richiesta di consegnare ufficialmente l'Appello al Presidente della Repubblica Popolare Cinese o se invece ritiene questa, di cui ci stiamo occupando, una piccola sciocchezza di chi non ha altro da fare per occupare il proprio tempo.

Se Lei desiderasse informazioni sulle Fattorie della bile la preghiamo di visitare il nostro sito Internet a questo indirizzo:
www.progettogaia.org/dirittianim/orsicinesi/orsi01.htm
Esiste anche una cassetta video che in Italia si puo' richiedere ad un'altra Associazione che si chiama Lav, questo e' l'indirizzo Internet:
http://www.mclink.it/assoc/lav/aw_20000628.htm

La preghiamo anche di informare il Presidente della Repubblica Popolare Cinese che questo Appello e le firme che lo sostengono, sono solo la prima fase di un'attivita' in difesa degli orsi che proseguira', se non avremo alcuna risposta, fino al boicottaggio di tutte le attivita' commerciali cinesi in Italia.

La notizia, diffusa oggi dalla stampa italiana, della liberazione di 500 orsi da parte del Governo Cinese non ci tranquillizza affatto, lo riconosciamo come atto di buona volonta', ma soltanto la programmazione di un piano organico di chiusura totale delle Fattorie Ŕ la soluzione ad un problema che non dovrebbe neppure esistere.

Precisiamo, perche' sia chiaro, che non c'e' da parte nostra nessuna critica e nessun attacco ne' al Popolo, ne' alla splendida Cultura cinese, si tratta soltanto di sospendere un'attivita' crudele, indegna e priva di qualunque senso.

La salutiamo, Signor Ambasciatore, chiedendoLe con cortese insistenza una sollecita risposta.

x Associazione Progetto Gaia
Manlio Massi

25 luglio 2000

PS:
Allegato 1: Testimonianza di cio' che sta accadendo nelle Fattorie della bile in Cina.
Allegato 2: L'Appello che Le chiediamo di presentare ufficialmente al Presidente della Repubblica Popolare Cinese.

SEGUE FAX con le firme raccolte a partire dal 16 giugno (solo quelle raccolte dalla nostra Associazione).

---------------------------------------------------------------------
ANIMALI COME NOI
Movimento in Internet per il riconoscimento della
DICHIARAZIONE UNIVERSALE dei DIRITTI dell' ANIMALE
Io ho giÓ aderito e firmato qui: http://www.progettogaia.org
---------------------------------------------------------------------

 

Hai giÓ aderito al Movimento e firmato la Dichiarazione?!
Movimento in Internet ANIMALI COME NOI !!! Per la Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Animale